Deny Menghini

Psicologa, laureata in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso “La Sapienza”, Università di Roma.

Successivamente ha conseguito il Perfezionamento in Psicopatologia dell’Apprendimento presso l’Università di San Marino e il Dottorato di Ricerca in Scienze cognitive e della Riabilitazione presso la L.U.M.S.A. di Roma. I sui interessi di ricerca riguardano lo studio del profilo neuropsicologico di diversi disturbi dello sviluppo, come i disturbi dell’apprendimento, di linguaggio, il deficit di attenzione e iperattività e la disabilità intellettiva.

Il suo ambito di ricerca è lo studio della relazione fra i correlati neurali e il profilo cognitivo attraverso tecniche di neuroimaging strutturale e funzionale.

L’attività di ricerca ha portato alla pubblicazione di circa 40 lavori su riviste scientifiche internazionali con impact factor.

Svolge attività didattica e di formazione in diversi Master di Neuropsicologia e Scuole di Specializzazione di orientamento Cognitivo Comportamentale.

Svolge attività clinica presso lo studio ABiCi e l’Istituto Rete su popolazioni di bambini con disturbo di apprendimento e disturbo da deficit di attenzione e iperattività, con particolare attenzione al sostegno ai genitori e agli insegnanti nella gestione del bambino (parent training e teacher training).

Ha un contratto a tempo indeterminato come psicologa clinica presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile, in cui svolge attività di ricerca e diagnosi clinica in popolazioni di bambini con disturbo dello sviluppo.

Nel 2014 ha ottenuto l’abilitazione nazionale come professore associato per l’insegnamento di Psicologia Generale, Psicobiologia, Psicometria.

Grazie ad un recente finanziamento del Ministero della Salute, attualmente coordina presso l’ Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile, un gruppo di ricerca che si occupa della sperimentazione e applicazione di tecniche riabilitative innovative come la stimolazione cerebrale per il trattamento di disturbi evolutivi.

 

Commenti chiusi